Un disco SSD per un iMac G5

IMG_2564

Ci ho preso gusto.

Dopo aver dato una nuova vita al mio iMac 2008 con la semplice aggiunta di un disco SSD, ho deciso di recuperare dalla cantina il mio vecchio iMac G5 del 2004, prima versione e provare a rimetterlo in sesto.

Per questo iMac ho deciso di utilizzare un SSD da soli 120 GB: è una macchina destinata comunque ad usi leggeri, per la quale un hard-disk più grande sarebbe inutile. E poi tutta la musica conservata sul Mac principale (che occupa sempre una grossa fetta dei miei hard-disk casalinghi) è a portata di click, grazie alla rete wireless di casa e alle magie software della Apple.

Per l’SSD mi sono orientato questa volta sul Crucial M500 da 120 GB invece che sul più veloce Samsung EVO che avevo usato per l’altro iMac. Non solo le recensioni su Amazon erano molto positive (queste recensioni sono un ottimo termometro per giudicare la qualità di un prodotto), ma AnandTech ne ha fatto una analisi molto dettagliata (come al solito), concludendo che:

The M500’s performance is by no means bad, but it’s definitely slower than the competition. Crucial targeted Samsung’s SSD 840, but in most cases the TLC based 840 is faster than the M500… If you have the luxury of keeping around 20% of your drive free, Samsung maintains its performance advantage. If, on the other hand, you plan on using almost all of your drive’s capacity – the M500 does have better behavior than even the 840 Pro.

(Le prestazioni dell’M500 non sono male, anche se è di sicuro più lento della concorrenza. Crucial ha mirato al Samsung SSD 840, ma nella maggior parte dei casi l’840 basato su (celle) TLC è più veloce rispetto al M500… Se si ha la possibilità di mantenere libero circa il 20% del disco, il Samsung mantiene il vantaggio per quanto riguarda le prestazioni. Se invece si prevede di usare quasi tutta la capacità del disco, l’M500 si comporta di certo meglio perfino del Samsung 840 Pro.)

Quest’ultima frase mi ha convinto. Se il disco è piccolo è probabile che venga occupato quasi tutto. Un disco con prestazioni indipendenti dallo spazio libero è più interessante — almeno in questo caso particolare — di uno con velocità di punta maggiori ma meno omogenee.

Anche se il Crucial M500 da 120 GB non è particolarmente veloce, per l’iMac G5 il problema della velocità del SSD mi sembrava irrilevante: il processore lento (almeno per gli standard attuali) non avrebbe comunque permesso di sfruttare appieno la velocità del disco a stato solido.

E poiché il Crucial era più economico del Samsung, non c’era ragione di spendere di più.

Montare l’SSD sull’iMac è stato facilissimo. L’iMac G5 si apre svitando tre viti sul bordo inferiore e l’intero processo di sostituzione è spiegato benissimo in una delle ottime guide di iFixit.

Il vero problema è stato fissare in qualche modo il disco SSD al posto dell’hard-disk meccanico. Anche se i dischi a stato solido non soffrono le vibrazioni meccaniche, non mi sembrava bello lasciare un disco fluttuante nel Mac.

Purtroppo le viti di fissaggio dell’SSD sono molto più piccole di quelle dell’hard-disk da 3.5″ preesistente e i fori non combaciano. E quel che è peggio, il cavo di connessione Serial ATA è molto corto e non permette di collocare liberamente l’SSD nello spazio disponibile.

Alla fine ho trovato una vite sottile con una testa abbastanza larga da permettere di fissare il disco su una delle staffe presenti (quella mostrata al passo 8 della guida di iFixit). Per far stare fermo il disco (una sola vite non è sufficiente) ho usato per ora dei gommini adesivi riutilizzabili (ottimi e sempre utili!) e un pezzo di spugna compatta riciclata da qualche acquisto tecnologico precedente.

Un adattatore specifico sarebbe una soluzione migliore. Serve però un modello che non obblighi a montare al centro il disco SSD, a causa della limitata lunghezza del cavo di collegamento Serial ATA a cui accennavo prima. Bisogna che mi decida a cercarne uno adatto prima o poi.

Come funziona l’iMac G5 dopo la cura? Il disco SSD ne ha aumentato le prestazioni? Che sistema operativo e che software ci può girare sopra, oggi? Meglio parlarne in un post apposito, nei prossimi giorni.

IMG_2560

IMG_2561

IMG_2562

IMG_2563

IMG_2566

IMG_2567

Advertisements
Tagged with: , , , ,
Pubblicato su hardware
27 comments on “Un disco SSD per un iMac G5
  1. frix ha detto:

    Anche in questo caso archivio la pagina per futuri usi. 🙂
    Grazie!
    F.

    Mi piace

  2. frix ha detto:

    Ma…un momento, data l’ora ci arrivo con un po’ di ritardo. Ma l’iMac G5 non ha il processore PPC?

    Mi piace

    • Sabino Maggi ha detto:

      Si. In effetti non l’ho detto da nessuna parte, probabilmente perché mi sembrava naturale che un G5 fosse un PowerPC. Ma forse non è così ovvio. Magari aggiorno il testo.

      Mi piace

      • frix ha detto:

        Ma no, cosa vuoi aggiornare, va benissimo così.
        Mi ero fatto l’idea –sbagliata– che si potesse fare solo sui mac intel. Da lì la mia esclamazione.
        Sull’hardware non sono molto preparato.

        Ora però, colgo l’occasione (nel senso che approfitto del tuo assist involontario) e ti chiedo: ma si può fare anche con i G4? Perché avrei un powerbook decennale e un g4 di quelli celesti che potrebbero risorgere; e, pensandoci bene, pure un G3. Sai com’è nei periodi di crisi… E poi l’idea di poter usare ancora –in qualche modo– quelle macchine mi intriga.

        Mi piace

        • Sabino Maggi ha detto:

          Come leggerai presto — ma il tempo è tiranno in questo periodo! — il G5 con disco SSD va bene e di sicuro meglio di prima, ma le prestazioni sono comunque limitate dall’architettura hardware del sistema. Insomma, con un G4 potrebbe ancora essere cambiare disco, forse nel caso del G3 non ci sarebbero vantaggi significativi.

          Tieni anche conto di altre due cose:

          1. Sistema operativo: non sono sicuro ma credo di ricordare che il supporto per gli SSD inizia da OS X Tiger. Non che non si possa installare comunque (ma vedi il punto 2.) ma probabilmente il funzionamento non è ottimizzato.
          2. Collegamento hard-disk: tutti gli SSD in commercio oggi hanno una connessione Serial-ATA (SATA). Di sicuro i PowerBook/MacBook G3 hanno Parallel-ATA (PATA), sui G4 non sono sicuro ma dovrebbero essere PATA anche loro. Trovare un SSD PATA è difficile e costoso. Ci sono gli adattatori ma dubito possano entrare nello spazio ridotto di un portatile.

          L’alternativa è usare una compact-flash con adattatore per collegamento PATA. Li trovi (entrambi) su eBay. Vanno benissimo ma non credo si trovino (a prezzi umani) oltre i 64GB. Io nella mia collezione ho un PowerBook 1400 in cui ho fatto proprio così e va molto bene. Già il fatto che non faccia rumore…

          Mi piace

      • frix ha detto:

        … in ogni caso è naturale che il G5 sia PPC.

        Mi piace

  3. […] giorni scorsi ho descritto l’aggiornamento di un iMac G5 con un disco SSD esaminando gli aspetti legati […]

    Mi piace

  4. Dormouse75 ha detto:

    Complimenti innanzitutto per l’upgrade e per la condivisione.
    Io vorrei fare la stessa cosa su un vecchio G5 PPC. (del 2005)
    L’unico dubbio che ho è la scelta dell’hard disk: 120 Gb ho paura che siano un po’ pochini.
    con pochi euro in più su Amazon c’è un Crucial M500 HDSSD da 240 GB.
    ecco il link: http://www.amazon.it/Crucial-M500-HDSSD-240-9-5mm/dp/B00BQ8RM1A/ref=pd_sim_pc_2?ie=UTF8&refRID=0ZGZRD2049SBQJVMGTWG
    funziona ugualmente? Oppure ha caratteristiche non supportate dal mio Imac?
    Grazie per l’aiuto…

    Mi piace

  5. Sabino Maggi ha detto:

    Grazie per i complimenti.
    Per quanto riguarda le dimensioni dell’SSD, sono sicuro che non ci sono controindicazioni, 120, 240 o 500 GB dovrebebro funzionare senza problemi.
    Rifacessi l’upgrade oggi sceglierei anch’io un disco più grande, tanto più che i prezzi sono crollati o quasi nell’ultimo anno, ma un anno fa non sapevo quale sarebbe stato l’incremento di prestazioni ed ho preferito spendere il meno possibile.
    Ti consiglio solo di scegliere un Samsung EVO invece che un M500, dopo un anno di uso di dischi SSD lo trovo un prodotto eccellente. Non ho fatto misure specifiche, ma nell’uso giornaliero l’EVO è decisamente fluido. Certo, il processore e tutto il resto dell’iMac G5 è ormai obsoleto, ma dato che ormai l’EVO costa poco più del Crucial (almeno in offerta su ePrice), perché non approfittarne?

    Mi piace

    • Dormouse75 ha detto:

      Alla fine ho deciso di prendere il 120Gb, tanto per i dati uso un NAS. Una curiosità: Il Leopard (10.5), che dovrebbe includere IIife, ti ricordi quanto spazio occupa? O meglio quanto spazio disponibile rimane?

      Mi piace

  6. Sabino Maggi ha detto:

    Francamente non saprei, ed ora non posso controllare. Ma ad occhio direi non più di 20 GB, compreso iLife e iWork. Se ti serve, appena posso faccio una valutazione più accurata.

    Mi piace

  7. Sabino Maggi ha detto:

    Senza alcun dubbio. Ma al posto tuo prenderei questo: http://www.amazon.it/Samsung-MZ-75E120BW-SATA-Nero-Grigio/dp/B00P738Z8O/ref=dp_ob_title_ce. Per soli 5 euro in più è un affare.
    La serie 850 è tecnologicamente molto innovativa e i modelli EVO sono quasi come i PRO. (http://www.storagereview.com/samsung_ssd_850_evo_ssd_review).

    L’unico dubbio è che sono appena usciti quindi non ci sono dati sul campo sull’affidabilità a lungo termine. E non bisogna dimenticare che alla fine finisce in un iMac G5. Ma comunque, fosse per me prenderei l’850.

    Mi piace

    • dormouse75 ha detto:

      Alla fine ho preso evo 840 da 250 Gb. Spero che i 250 non siano un problema, che non vi siano limiti nel imac. Quando ho installato tutto ti faccio sapere. Per la cronaca, il mio imac non si smonta come il tuo, è più recente e per accedere all’hd, bisogna rimuovere il display…

      Mi piace

      • Sabino Maggi ha detto:

        Non credo proprio, mica è Windows con la sua stramaledettissima FAT. Su HFS+ i limiti dimensionali dei dischi sono a livelli inimmaginabili, parliamo di 8 milioni di TB.

        Purtroppo ogni iterazione dell’iMac ha reso più difficile accedere all’interno, è un vero peccato anche se ha avuto l’effetto di ridurre lo spessore. Comunque le guide su iFixit sono utilissime, basta seguirle passo passo ed tenere in ordine quello che si smonta.

        Appena avrò un po’ di tempo userò iFixit per aprire il mio MacBook Pro 2011 e sostituire il disco rigido meccanico (una vera ciofeca) con un SSD.

        Mi piace

  8. dormouse75 ha detto:

    Ciao,ti aggiorno sull’up grade: funziona tutto bene!
    il montaggio del SSD è stato facile, grazie a questo adattatore:
    NEON interno 2,5 SSD/HDD senza viti adattatore doppia kit di montaggio https://www.amazon.it/dp/B009IGB96G/ref=cm_sw_r_awd_iCpXub1FY40CN
    la cosa più complicata e delicata è stata la rimozione del display, ma ci sono riuscito…
    ho installato OS 10.5.8 leopard, con ilife 6.
    Funziona molto bene!
    la maggiore velocità si nota nell’apertura delle applicazioni. Ho ordinato una nuova ram, passerò dagli attuali 1gb a 2,5 gb. Mi aspetto un ulteriore miglioramento.
    cosa dire…grazie per i tuoi preziosi consigli!

    Mi piace

  9. Sabino Maggi ha detto:

    Ottimo! Attento alla RAM, quella che ho preso io su eBay sarebbe dovuta essere compatibile abnche con il mio iMac e invece non va. Anzi, se qualcuno ha bisogno di RAM per un iMac PPC post 2004…
    Con Tiger sarebbe andato anche meglio, Tiger mi è sempre sembrata una ottima versione di OS X. Purtroppo Tiger gestisce male gli SSD e poi Leopard ha Time Machine, di cui non si può proprio fare a meno. La scelta è obbligata. 😉

    Mi piace

  10. augustgieseckef4 ha detto:

    Per l’SSD mi sono orientato questa volta sul Crucial M500 da 120 GB invece che sul più veloce Samsung EVO che avevo usato per l’altro iMac … ssssdcrucial.wordpress.com

    Mi piace

  11. Roberto Bezzi ha detto:

    Ciao, ho sostituito l’hard disk del mio iMac G5 PowerPC con un ssd Samsung 850 evo. Purtroppo il Mac all’avvio non vede il disco ssd, né se è solo formattato, né se con Carbon copi ho clonato il disco precedente. Ho seguito le tue istruzioni, come pure quelle che si vedono qui https://youtu.be/vPGBqmD5obY, ma niente. Hai qualche suggerimento? Grazie.
    Roberto

    Mi piace

    • Sabino Maggi ha detto:

      Veramente strano. Hai provato a fare il boot dal DVD di installazione e a formattare l’SSD con Disk Utility?

      Mi piace

      • Roberto Bezzi ha detto:

        Sì, ho provato: disi utility non vede nessun hard disk… Ricapitolo
        1. Collego il disco ssd all’imac e, con Carbon Copy, clono il disco fisso.
        2. Sostituiso il vecchio disco con ssd.
        3. Avvio è il Mac non vede alcun disco.
        4. Tolgo l’ssd, lo inizializzo, lo rimetto nell’imac e avvio col dvd di Tiger: disk utility non vede alcun disco su cui installare Tiger.
        Mi domando se c’entri qualcosa il sensore della temperatura, ma non ne parli tu né pare abbia ostacolato l’autore del video che ho linkato. Lui avvia tenendo premuto option e, sullo schermo, vede solo il disco di installazione di Tiger, ma successivamente Tiger gli mostra il disco ssd e l’installazione va a buon fine.
        Mah.
        Roberto

        Mi piace

        • Sabino Maggi ha detto:

          Quindi se capisco bene, quando lo colleghi dall’esterno (USB/Firewire) lo vedi, se lo sostituisci al disco interno no. Sei sicuro che il cavo sia a posto?

          Mi piace

          • Roberto Bezzi ha detto:

            Mi pare proprio di sì, quando rimetto il vecchio disco lo collego senza problemi e il Mac lo vede. Dovrei provare ad avviare il Mac da aperto, per vedere se agendo sui contatti le cose migliorano, ma non saprei come fare.

            Mi piace

          • Sabino Maggi ha detto:

            Si può fare, ma se non sai come fare è meglio che non te lo dico. Ci sono tensioni pericolose in giro.

            Mi piace

          • Sabino Maggi ha detto:

            Puoi provare un altro disco SSD o meccanico nella stessa configurazione, al posto di quello standard del G5?

            Mi piace

          • Roberto Bezzi ha detto:

            Il disco fisso precedente non era più l’originale, ma un WD da 500 gb che avevo collocato tempo fa. Nei vari tentativi di far funzionare l’ssd l’ho tolto e rimesso più volte.

            Mi piace

          • Sabino Maggi ha detto:

            Ok anche se non è originale, l’importante è che faccia il boot. Se hai il DVD di test dell’hardware, prova a verificare se tutto è ok. Ma quello che ti succede è veramente strano.
            A parte problemi di hardware, l’unica cosa sensata è che l’850 non sia compatibile con il G5 e con Tiger, magari perché troppo veloce, con SATA III. Ma dovrebbe andare comunque in modalità inferiore, e del resto vedi l’SSD se fai il boot dal disco meccanico. L’altro problema potrebbe essere Tiger.

            Fai così:
            – collega l’SSD al posto del disco meccanico;
            – fai il boot dal DVD di Tiger;
            – lancia Disk Utility e verifica se vede o no l’SSD;
            Se hai o riesci a recuperare il DVD di Leopard prova anche con quello.

            Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informativa
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o su qualunque altro elemento o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
Follow MelaBit on WordPress.com
Categorie
Archivi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: