Venerdì nero

Oggi è il Venerdì Nero, il giorno che negli USA apre tradizionalmente la stagione degli acquisti natalizi. La rete ha diffuso in tutto il mondo quella che era una tradizione prettamente americana e le offerte speciali fioccano.

Anzi, sono così numerose che non si sa cosa scegliere.

Finora non mi sono fatto sfuggire Pixelmator per iOS a 1.99 euro e M3 Data Recovery e Commander One Pro per OS X al prezzo di un caffé.1

Prezzo imbattibile anche per NodeBeat HD (che avevo già da tempo), Geekbench 3, Calculator # e Sea of Squares, tutti gratis.

E se non fossi già troppo affezionato a Parallels, prenderei in considerazione l’aggiornamento a VMware Fusion 8, scontato del 30%.

Però anche il Kindle Paperwhite scontato di ben 30 euro è molto interessante, anche per un vero regalo di Natale.


  1. Purtroppo intanto M3 Data Recovery è stranamente tornato al prezzo originale. 
Advertisements
Tagged with: , , , ,
Pubblicato su software
15 comments on “Venerdì nero
  1. MailMasterC ha detto:

    Una domanda veloce su Commander One Pro: quando copia i file o le cartelle, rende possibile mettere in pausa la copia? E se durante la copia si blocca per un qualsiasi motivo, restituisce una lista dei file copiati e di quelli non copiati?
    Sono queste due features che un banale freeware su Windows fa, ma non sono riuscito a trovare un suo emulo anche su Mac.
    Grazie.

    Mi piace

    • Sabino Maggi ha detto:

      Da quanto ho visto no. Ma non so dirti di più, non mi ricordo nemmeno se la copia dei file si sia mai bloccata sui miei Mac (su Windows è un’altra storia).
      Ovviamente succede (più spesso di quanto mi piaccia) se traferisco dei file in rete, ma in locale, anche su dischi esterni… boh.
      Forse è capitato solo nei rari casi in cui la lunghezza del percorso del file superava i limiti consentiti da OS X, ma credo solo con file di provenienza “esterna”, forse dischi rigidi con percorsi molto annidati di amici/colleghi (e utenti di…, c’è bisogno di dirlo?)

      Immagino tu ti riferisca a TeraCopy. Ma su Windows è tutta un’altra cosa, Windows non riesce a copiare i file aperti, e si blocca di continuo durante la copia senza ma che si capisca il perché… Su Windows TeraCopy è uno strumento , che su Windows è uno strumento quasi essenziale, ma su Mac?

      Mi piace

      • MailMasterC ha detto:

        La mia domanda deriva infatti proprio dalla troppa difficoltà che ho a copiare con sicurezza i file. Da HFS+ a HFS+ non ho ricordi di problemi, e va bene, da HFS+ a unità esterne in FAT32 o EXFAT fin troppi, verso unità di rete in SMB non li conto più, tanto che per trasferire fle sul nas uso FTP. L’errore -39 che mi da OSX è diventato un incubo peggio della BSOD!!
        Per la cronaca, OSX 10.9.5 al momento.

        Per restare sull’esempio che dici tu, si, mi riferivo a Teracopy ma non volevo fare pubblicità (per quanto il programma sia a mio avviso ottimo e andrebbe pubblicizzato!). Su windows, che uso più a lungo per ragioni lavorative, ho incontrato molti meno problemi a copiare file in giro di quanti me ne sta dando osx.
        E queste due funzionalità, mettere in pausa e sapere cosa ha copiato e cosa no, trovo che siano si grandissima utilità, indipendentemente dall’affidabilità della copia o meno.
        Per questo chiedevo se Commander One li implementava.
        Ad ogni modo grazie per la veloce e precisa risposta.

        Mi piace

        • Sabino Maggi ha detto:

          Però il problema sta in FAT/EXFAT e in SMB.
          Se ricordo bene, una gran parte di errori derivano dal fatto che HFS+ è più liberale sui caratteri consentiti nei nomi dei file, e sulla lunghezza percorso.

          Comunque, come ho già detto, sono cose che succedono (troppo spesso) anche a me.

          Soluzioni:

          1. Copia dal Mac a PC di collega: zippa il file o meglio ancora fai un tar.gz (da Terminale o con tool appositi), copialo sul PC del collega e espandilo lì. Se non ha un unzippatore serio o se ha WinZip craccato, installagli 7-zip e fallo vivere meglio.
            La tecnica risolve tutti i problemi tranne la lunghezza del percorso (ma almeno ti dice cosa sta succedendo).
          2. NAS: Francamente non capisco come mai un NAS oggi non usi almeno NTFS come filesystem. Anzi, visto che sui NAs ci gira al 90 (99)% Linux, perché non venga formattato con un filesystem serio per Linux (ext3/ext4 e simili).
            Se il NAs è tuo formattalo, scegli ext4 o se puoi HFS+ e vai.
            Se è condiviso con i colleghi e puoi farlo, formattalo in NTFS.
            Se è condiviso con l colleghi e non puoi farlo… sono cavoli.

          Forse ci vuole un post apposito, anche solo per la prima parte. La faccenda NAS è troppo dipendente dalel condizioni al contorno.

          Mi piace

          • MailMasterC ha detto:

            Non vorrei che questi scambi di post diventassero un helpdesk… 🙂
            Indubbiamente i problemi li ho nel copiare file da HFS+ ad altri filesystem, la cosa curiosa è che con windows fare le stesse copie sugli stessi dispositivi non mi ha mai creato così tanti problemi. Possibile che HFS+ non arrivi dove arriva NTFS?
            Ti assicuro che i problemi non derivano dal superamento di caratteri consentiti, o da caratteri non standard, o altre cose particolari. Semplicemente troppe volte nella copia si pianta, quindi o devo passare per windows o per FTP.
            Per correttezza rispondo alle tue soluzioni, si tratta di una LAN casalinga personale, per cui posso avere un certo margine di manovra, in cui coesistono osx 10.9, osx 10.4, winXP, winSeven, Linux Mint, iOS e Android.
            1) 7zip è già di default dappertutto dove serve. 🙂
            2) Per il NAS ho scelto Nas4Free, quindi le unità sono formtattate con il filesystem di BSD.
            Inizialmente credevo che fossero i file troppo grandi a dare problemi, per esempio le librerie di iPhoto che copio per backup si piantavano sempre da finder. Adesso le copio sul NAS con FTP. Poi l’ha fatto anche con file video di circa 1 GB. Le ultime volte che ho provato anche semplici mp3. Francamente sono mesi che non copio più grandi quantità di file, quindi non so come sia adesso, ma questo fatto che non copiava correttamente mi ha lasciato parecchio perplesso. Non sempre, ovviamente, ma diciamo 2 volte su 10 dava errore nella copia.

            Da qui la mia ricerca, fino ad ora senza esito, di un alaternativa a teracopy su mac.
            Non pretendo che mi risolvi il problema, ma grazie per la pazienza e i suggerimenti. 🙂

            Mi piace

          • Sabino Maggi ha detto:

            Figurati, io mi diverto a (cercare di) risolvere problemi.

            Quello che descrivi è veramente strano. Se ho capito bene, quando usi FTP non hai problemi. Lo stesso se usi Windows, mentre ce li hai con il Mac. E con Linux?

            Che protocollo usi per accedere al NAS, SMB/CIFS (samba)? Se si, potresti provare a spegnere tutto, computer e cellulari. Poi accendi il Mac con OS X 10.9, Linux o Seven, aspetta che sia tutto attivo e accendi i computer con OS più vecchi.

            Puoi provare a cambiare protocollo di accesso sul NAS, magari provando ad usare NFS o AFS?

            Sei sicuro che non sia un problema di router? Hai provato ad accenderlo/spegnerlo e verificare se i problemi spariscono subito dopo la riaccensione?

            Mi piace

    • Sabino Maggi ha detto:

      Comunque Commander One Pro ha già mostrato un comportamento che non mi piace. All’avvio mi chiede sempre la directory iniziale a partire dalla quale consentire l’accesso completo al programma. Mi sa sia una limitazione dei programmi dell’App Store… però voglio controllare che sia veramente tutto OK.

      Mi piace

  2. frix ha detto:

    di venere e di marte non si arriva e non is parte quindi io faccio spesa il sabato!
    No, in realtà ieri ero lontano dal Mac!

    Allora, ho sfruttato biecamente le tue segnalazioni accorciando di molto i tempi per la ricerca sul web. Grazie!!!

    Persi:

    Command basta un minuto per capire che serve
    pixelmator, va beh conosco quello per mac anche se uso Acorn, seashore, graphic converter
    calculator (al momento non mi serve ma se cellò magari…
    NodeBeat, sulla fiducia…

    M3 DR ora (sabato mattina) costa 59,99 quindi credo che mi limiterò alla versione free e che al suo posto prenderò il caffé!

    Mi piace

    • Sabino Maggi ha detto:

      Di calcolatrici per iPad ce ne sono millanta, ma non ho ancora trovato una che mi soddisfi appieno. Spero questa, devo ancora provarla. Il bello è che invece su Android ne uso due molto belle, Andro11C (presa una volta che era gratis) e go41c che a tutto schermo sembra “vera”.
      Su iOS c’è i41CX ma è orrenda, a questo punto meglio my41CX che almeno è gratis.

      È chiaro che mi piace l’RPN, all’inizio non è facilissimo adattarsi ma quando ti abitui, usare le calcolatrici con le parentesi diventa una vera pena.

      Mi piace

    • Sabino Maggi ha detto:

      M3 DR è stata una vera offertona, strano che abbiano anticipato di un giorno il venerdì nero. Purtroppo non mi è ancora arrivata da Apple la ricevuta dell’acquisto e non posso quindi usare la versione scaricata dal sito, che non è limitata ad usare i soli file dmg (per le solite limitazioni dell’App Store). Però un software di recupero file è fondamentale, non si sa mai. Con Recuva su Windows ho salvato più di un parente/amico/collega.
      Per i casi disperati c’è TestDisk e PhotoRec ma devono essere veramente disperati per convincermi ad usarli.

      Mi piace

  3. frix ha detto:

    Accidenti, non volevo scrivere Persi bensì PRESI! e poi erano in forma di elenco…
    Ho inviato il commento con troppa fretta, chiedo venia.

    Mi piace

  4. MailMasterC ha detto:

    Sabino, continuo a risponderti qui perché non c’è il link dopo il tuo ultimo post.
    Con linux non ho mai provato perchè è la postazione di mio figlio, che ha semmai la necessità di accedere al NAS in lettura e ad oggi non ho mai copiato da linux al NAS, quindi non ti so rispondere subito. Dovrei fare delle prove.
    Il protocollo è SMB, giusto, più che altro per una questione di compatibilità. All’inizio avevo provato ad attivare anche AFP, ma se ben ricordo mi dava qualche rogna quando mi collegavo con il Mac perché si confondeva con SMB, ma francamente non ricordo bene. Quindi per semplicità e non tenere troppi servizi aperti, ho lasciato solo smb. Anche qui dovrei (ri)fare delle prove.
    L’ordine di accensione dei dispositivi non ha influenzato la cosa, nel senso che già adesso accendo prima il Mac, poi il NAS ed eventualmente gli altri dispositivi/SO.
    NFS c’è come servizio ma non ho capito cosa fa, devo vedere il manuale, e AFS che citi non lo vedo, forse ti riferisci a AFP?
    Per la connettività internet uso una distro linux, per la LAN un banale hub 10/100 che però fino ad ora non ha fiatato, anche perché gli stessi file con ftp o windows vengono copiati, quindi escluderei il problema infrastruttura di rete.

    Grazie ancora dei consigli.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informativa
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o su qualunque altro elemento o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
Follow MelaBit on WordPress.com
Categorie
Archivi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: