Mappe mentali

Come ho già scritto, non uso molto i programmi di mappe mentali, ma il commento di Federico Morchio (aka frix) all’articolo dedicato all’inutile Workflow Visualizer è troppo ghiotto per non promuoverlo ad articolo completo.

Io mi sono limitato solo alle figure, provando a realizzare la stessa mappa mentale con i programmi che uso, Scapple e Simple Mind Free. Tutto sommato mi piace di più quella fatta con Scapple, ma vediamo cosa ne pensate.

Ma ora lascio la parola a Federico.


Per le mappe a mio avviso ci sono diverse eccellenti applicazioni (mi limito ad evidenziarne alcune di quelle che ho provato).

iThoughts. Compatibile con Marked2, esporta/importa la in markdown. Ottima integrazione con iOS via dropbox o, meglio, iCloud. Selezioni la nota e ha la possibilità di scivere in una finestra appostita (che io tengo affiancata in verticale, ma potresti metterla sopra, orizzontale ecc…). Ti puoi fare il tema di visualizzazione… and so on. Grandioso. Vale ogni centesimo che spendi.

Omnigraffle. Di fatto è anche un software di disegno (semplice) vettoriale. Costa un po’. Fa moltissime cose. Meno pratico e veloce e più complesso di iThoughts.

Tinderbox. In questi giorni è uscita la versione 7. Demo completamente funzionante fino a 30 nodi, spesso sufficienti. Molto costoso. Anche qui associ una finestra di testo esteso al nodo. Le rules e le actions sono utilissime. Gli agents una manna se vuoi usare le note come una sorta di database di ciò che annoti. In un certo senso è come se taggassi le note e te le ritrovi organizzate. Se hai la testa e qualche nozione di programmazione (ma io sono alla base di questa catena alimentare) puoi fare molto.

MindMeister. Mappa mentale classica ma collaborativa. Graficamente e operativamente interessante. IL limite, per me, è che non puoi associare testo al nodo (come in iThoughts e Tinderbox).

Da qua in poi entri nel mondo delle mappe classiche e, a mio modo di vedere, sei incappato nelle meno interessanti.

Scapple. È interessante ma è veramente solo un immenso foglio virtuale entro cui ti appunti cose che puoi o meno collegare. Spartano ma efficace. Solito problema, per me, i nodi non hanno una finestra per un testo di approfondimento. Va bene per buttare giù le idee.


Figura 1. Mappa mentale realizzata con Scapple. Non è un gran che dal punto di vista grafico, ma si possono creare relazioni multiple (e anche inserire nodi isolati).

Il mio preferito è iThoughts che coniuga esigenze di mind-mapping veloce con possiblità di approfondimento e utilizzo per studio. Con il focus e la funzione video può davvero andare oltre…

Ho un rapporto strano con Tinderbox. Mi piace molto ma alla fine c’è sempre qualcosa che mi frena nell’usarlo troppo, forse è troppo complesso per me. Però, pur essendo un formato proprietario ti lascia esportare in html e xml, sicché, come dice la sua pubblicità, i dati sono i tuoi (se riesci a gestirli in quei formati, aggiungo io)

Non ho dimenticato FreeMind. Lo tengo per ultimo, una scelta ovvia (opensource) ed interessante. Soprattutto per avvicinarsi all’argomento e lavorare da subito.


Federico non parla di SimpleMind Free che io uso ogni tanto, forse solo perché è molto comoda da installare dall’App Store. Niente di che. Mappe carine e molto colorate, però aggiungere nuovi nodi o modificare il testo dei nodi già esistenti è molto più fastidioso che con Scapple. Non si possono nemmeno creare collegamenti multipli. Può essere utile per creare schemi semplici, da inserire in documenti di testo e presentazioni.


Figura 2. La stessa mappa mentale, questa volta realizzata con SimpleMind Free. Molto più colorata ma anche più rigida di Scapple.

Advertisements
Tagged with: , , , , , , ,
Pubblicato su software
5 comments on “Mappe mentali
  1. kOoLiNuS ha detto:

    In tutto questo manca MindNote che pensavo fosse un “nome” in questo ambito… e invece

    Liked by 1 persona

    • Sabino Maggi ha detto:

      Dovresti chiedere all’autore, però non credo che lo scopo di frix fosse di elencare tutto quello che c’è sulle mappe mentali, quanto parlare un po’ di ciò che usa lui. Da parte mia, credo di non aver mai usato MindNode. Se tuoi vuoi scriversi cu qualcosa sei il benvenuto.

      E già che parliamo di mappe mentali, mi piacerebbe tanto ricordardare cosa ho usato anni fa per fare un paio di mappe che mi erano venute particolarmente bene. Mah!

      Mi piace

  2. frix ha detto:

    @kOoLiNuS
    sì anche MindNote…
    Alla fine le app. solo per mindmapping sono più o meno simili e quindi si sceglie quella che aggrada al momento. Quelle indicate hanno, per me, peculiarità specialistiche che vanno oltre il mind mapping.

    Stamane ho trovato questa http://milanote.com/
    non ancora provata. In teoria promette…

    Come comunicazione di servizio segnalo l’aggiornamento recente di c-map. Interessantissimo esempio di strumento per mappe concettuali

    Per comprenderne un possibile metodo di utilizzo e valutare qualche esempio val la pena di farsi un giro qua

    Come capita spesso all’inizio, per preparare una mappa concettuale si impiegano tempo e fatica. Si recuperano con gli interessi dopo:
    idee che restano chiare, ciò che non è compreso emerge facilmente, aiuta a focalizzare e a ricordare nel tempo.
    Io vedo questa come fondamentale differenza. La mappa mentale la generi mentre pensi, mente rifletti, mentre progetti.

    Mi piace

  3. Enrico Lupo ha detto:

    Segnalo che iThougts “is coming to SetApp” già che se ne parlava alcune settimane fa.
    Potrebbe interessare qualcuno 🙂

    Mi piace

    • Sabino Maggi ha detto:

      Per quanto mi riguarda ho disinstallato Setapp dal Mac, perché in fondo non sapevo che farmene. L’unico programma veramente utile che mi mancava era iStat (di cui ho una versione precedente che magari funziona ancora) e al primo riavvio, causa mancanza di corrente, aveva smesso di funzionare. Rimuovere Setapp non è banale, ci sono un po’ di file dispersi da cercare, se serve ci scrivo due righe.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informativa
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o su qualunque altro elemento o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
Follow MelaBit on WordPress.com
Categorie
Archivi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: