È proprio una sporca faccenda, WordPress.com!

È successo anche a me, e proprio come l’avevano descritto Roberto e katsiematsi.

Giorni fa mi è arrivata una email che segnalava la pubblicazione di un nuovo post su Socket 3, uno dei blog che seguo di più in questo momento, che come Melabit si appoggia al servizio gratuito di WordPress.com.

In genere leggo i post sul Mac, ma questa volta il titolo mi aveva incuriosito e ho toccato il link per leggerlo subito sul telefono. Poi per qualche motivo mi sono distratto, forse per una telefonata, forse per una email arrivata sull’account “istituzionale”. E quando ho guardato di nuovo lo schermo del telefono ho trovato questo,

Chrome su Android #1

insieme all’inevitabile SMS che mi informava che, fortunello!, ero stato iscritto al servizio Every Play, 5 euro alla settimana per ricevere qualche giochino idiota.

Chrome su Android #1

Iscritto senza volerlo, è chiaro, e senza aver accettato nulla. Non è la prima volta che succede a me o ai miei familiari, ma in genere succede con degli SMS fasulli, mentre questa volta la colpa sta di certo nell’aver visualizzato il post su WordPress.com.

Di questo sono sicuro al 100%: ho toccato il link, si è aperto il browser alla pagina del post, che a sua volta ha caricato la pagina di Every Play, come si vede chiaramente nella prima immagine, dove il numero 2 in alto a destra è il numero di pagine aperte nel browser.

Poiché mi sono distratto, non sono sicuro se è comparso sul telefono qualche avviso a tempo che mi ha iscritto dopo tot secondi di inattività. Ma se anche fosse andata così (improbabile), sta di fatto che mi sono ritrovato iscritto ad un servizio a pagamento, inutile e costoso, senza aver mai accettato esplicitamente nulla!

È chiaro che ho annullato immediatamente l’iscrizione, cosa confermata dal secondo SMS mostrato qui sotto.

Chrome su Android #1 Chrome su Android #2

Ora, a parte la seccatura e i 5 euro rubati, quello che è successo è stata una vera fortuna,1 perché dimostra oltre ogni dubbio che c’è davvero qualcosa che non va nel modo in cui WordPress.com gestisce la pubblicità inserita nei blog, almeno quando si usa lo smartphone. Ho provato in tutti i modi, senza riuscirci, di far comparire pubblicità “cattiva” su Melabit usando i browser che ho sul Mac e sull’iPad, mentre la pistola fumante si trovava sul telefono.

A ben pensarci è naturale, mettendo annunci truffaldini sul telefono si possono sottrarre immediatamente soldi dal credito della SIM mentre con le altre piattaforme bisogna usare metodi più visibili, con i quali è più difficile portare a termine la truffa.

Quello che è meno naturale è che WordPress.com non riesca a prevenire fattacci come questo che, sono sicuro, saranno stati segnalati da tantissimi utenti di tutto il mondo.


  1. Ed è stata una vera fortuna anche avere la presenza di spirito di fare gli screenshot proprio mentre le cose stavano succedendo
Annunci
Tagged with: , , , , ,
Pubblicato su software
7 comments on “È proprio una sporca faccenda, WordPress.com!
  1. Paolo ha detto:

    C’è un provvedimento di qualche giorno fa del garante delle comunicazioni che obbliga alla doppia conferma per l’iscrizione a questi servizi e istituisce un numero verde unico per la loro disattivazione. Contatta l’operatore (per curiosità, qual era?) per farti rimborsare la spesa e già che ci sei richiedi il blocco per quei servizi (è un’opzione disponibile già da diverso tempo).
    Tornando all’argomento principale, il problema è che la selezione delle pubblicità avviene quasi sempre con dei sistemi d’asta completamente automatizzati. Non è detto che qualcuno di WP abbia esplicitamente approvato quella pubblicità o magari se lo ha fatto potrebbe non essere stato a conoscenza della piaga italiana degli addebiti.

    Mi piace

  2. kOoLiNuS ha detto:

    Io ti invito sempre a mandare email al supporto di Automattic … e visto che hai gli screenshots tanto meglio!!!

    Mi piace

  3. Sabino Maggi ha detto:

    @paolo
    I provvedimenti del garante valgono meno della carta su cui li scrivono, la buffonata dei 28 giorni lo dimostra. Non so quando è stato emesso il provvedimento, a me tutto questo è successo martedè scorso.

    Comunque ho già disattivato il servizio in abbonamento dal sito del mio operatore (Tre, by the way).

    Ho anche usato MobilePay, che da quanto ho capito è un servizio multioperatore, per verificare lo stato dei servizi a pagamento, ma non serve a niente. Secondo MobilePay io non ho nessun abbonamento attivo (bene) ma non ho nemmeno pagato niente (male).

    Mi resta da capire come chiedere il blocco dei servizi, il rimborso è l’ultimo problema (però certo se contribuisce a interrompere queste pratiche è utile).

    Mi piace

    • Paolo ha detto:

      Ecco il nuovo servizio di AGCOM
      View story at Medium.com
      Per il blocco servizi devi parlare con un operatore. So che 3, che nella mia esperienza è quella che più facilmente ha problemi di addebiti di questo tipo, è stata la prima a fornire il servizio di disattivazione tramite il loro call center. Disattivandolo potrebbero esserci problemi (generici, purtroppo non ho mai letto dettagli concreti) con i messaggi di conferma di banche e carte di credito, magari chiedi a loro.

      Mi piace

  4. Sabino Maggi ha detto:

    Mi rendo conto che la pubblicità non è gestita da direttamente da WP/Automattic, come non lo è la pubbblicità sui giornali e in TV. Però se sui giornali (o in TV) compare qualche annuncio “problematico”, la casa editrice o l’emittente si fa carico del problema, non si nasconde dietro lo schermo del gestore terzo, perché si rende conto che alla fine è lei che ne fa le spese.
    Non si capisce perché su internet non debbano valere regole analoghe a quelle della vita “reale”.
    Inoltre, non so se la piaga degli addebiti è solo italiana. Mi piacerebbe saperne di più in proposito, anche se mi pare di aver letto da qualche parte che succede anche all’estero.
    Sta di fatto che se sul telefono basta così poco per farsi rubare soldi — qui parliamo di pochi euro, ma io ho un abbonamento e in teoria potrebbero togliermi quello che vogliono — vorrei capire come potrà mai decollare il pagamento tramite smartphone.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informativa
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o su qualunque altro elemento o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
Follow Melabit on WordPress.com
Categorie
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: