E sono cinque!

Oggi il blog compie cinque anni. Purtroppo me ne sono ricordato solo all’ultimo momento e non ho avuto il tempo di fare una analisi dettagliata come mi ero ripromesso di fare. Pazienza, magari ci sarà occasione in una circostanza meno “tonda”.

Una cosa che mi colpisce sempre è che, nonostante il blog sia in italiano, ben il 10% degli accessi provenga da fuori Italia. Chissà cosa riescono a capire i poveri visitatori che leggono gli articoli tramite Google Traduttore!

Un’altra cosa che mi colpisce è che, oltre ai tanti lettori affezionati che non mi stancherò mai di ringraziare per la loro immensa pazienza, circa due terzi dei vsitatori arrivano al blog tramite i motori di ricerca. Anzi, tramite Google, gli altri motori di ricerca, anche Bing o DuckDuckGo (e mi dispiace soprattutto per quest’ultimo), praticamente non esistono. Il che significa da un lato che il blog si posiziona abbastanza bene nelle ricerche sul web (anche se io non faccio nulla per spingere in su la SEO del blog), dall’altro che gli articoli hanno una vita piuttosto lunga e vengono cercati e letti anche molti anni dopo la pubblicazione. L’articolo più letto in assoluto quest’anno, Usare un Mac con PowerPC oggi è del 2016 e ha un numero di letture che tende a crescere ogni mese. Lo stesso sta succedendo all’articolo più letto pubblicato nel 2018, Ma il Fusion Drive serve ancora?, che ogni mese ha più che raddoppiato il numero di letture rispetto al mese precedente.

Fra le cose che non mi piacciono c’è quella di aver diminuito fortemente la cadenza di pubblicazione dei nuovi articoli, passando dai due articoli a settimana del 2014 a un solo articolo ogni dieci giorni di quest’anno. Sono valori medi, ma riflettono bene la scarsa velocità con la quale riesco a pubblicare nuovo materiale. Non che mi manchino gli spunti e le idee, anzi, quello che mi manca è il tempo per scrivere in pace e poi per rivedere quello che scrivo. In compenso la lunghezza media di ciascun articolo è cresciuta significativamente nel tempo, anche se non so se questa sia una cosa positiva o no.

Altra cosa che non mi piace è il numero di commenti, che si è ridotto anch’esso in modo molto significativo. Dal picco di circa 550 commenti del 2015 si è scesi ad appena 159 nel 2018, nonostante nello stesso periodo di tempo il numero di visitatori sia quasi raddoppiato. Mi piacerebbe che ci fosse maggiore interazione con chi legge il blog, e vorrei anche sapere se posso fare qualcosa per favorire questa interazione.

Copertina di Automate the Boring Stuff with Python

Prima di concludere, un piccolo consiglio di lettura. Ho scoperto da poco il libro Automate the Boring Stuff with Python, che si può leggere gratuitamente sul web o comprare in edizione elettronica o cartacea sul sito della casa editrice o sul solito Amazon. È una vera bomba, ed è pure perfettamente in tema con la serie dedicata al Terminale e allo scripting di questo periodo. Consigliatissimo!

Annunci
Tagged with: ,
Pubblicato su hardware, musica, programmazione, scienza, società, software, tecnologia
7 comments on “E sono cinque!
  1. Gianni ha detto:

    Auguri di buon compleanno Melabit!
    Ti leggo e, per certi post, rileggo sempre con piacere.
    Per quanto riguarda il libro che hai citato segnalo che è stato tradotto nella
    nostra lingua dalla Apogeo se non ricordo male.
    Il libro l’ho letto con la speranza di automatizzare alcuni compiti noiosi con Python ma,
    sarà che sono un pivello della programmazione, sarà che tanti compiti ripetitivi non ne ho,
    alla fine non ho modificato i miei flussi di lavoro (documenti di testo e fogli di calcolo per la scuola), mi sono divertito però a studiare e ricreare gli esempi del libro (che nella prima parte
    è una buona introduzione al linguaggio di programmazione Python).

    Piace a 1 persona

  2. MailMaster C. ha detto:

    Può essere che gli accessi dall’estero siano di italiani non più residenti nello Stivale?
    Per quanto mi riguarda, commento poco i tuoi articoli perché sono talmente dettagliati e completi che non saprei, dal mio piccolo, come intervenire, se non, come in passato, in modalità Richiesta Al Service Desk, che non mi sembra proprio il massimo.
    Però cinque anni sono comunque un buon traguardo e quindi tanti complimenti al blog e al suo autore! 🙂

    Mi piace

    • Sabino Maggi ha detto:

      Molto probabile, almeno per quelli che arrivano da USA e paesi europei. Purtroppo wordpress.com mostra solo una piccolissima parte dei termini di ricerca su Google (e i pochi che mostra sono tutto in italiano), cosa che potrebbe dare buone indicazioni sulla provenienza degli accessi. Mi sa che dovrò fare una prova “sperimentale”.
      Dovrò anche darmi da fare per essere meno dettagliato… 😃
      Comunque anche il service desk tante volte può essere molto interessante.

      Mi piace

  3. Frix ha detto:

    Auguri, neh!

    Mi piace

  4. Frix ha detto:

    … e tu pensa che in 5 anni nn mi sn perso manco un post!!!
    Grazie 🙏

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informativa
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o su qualunque altro elemento o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
Follow Melabit on WordPress.com
Categorie
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: